centro storico Asolo

Al centro storico di Asolo, per antichi sentieri e mulattiere nel bosco

L’itinerario è stato realizzato grazie a Carlotta Carlotti, Presidente dell’Associazione cinofila “A spasso con Uma ASD” e Consulente per la relazione uomo-animale.

Definita da Giosuè Carducci la Città dei cento orizzonti, Asolo (TV) è anche annoverata tra i Borghi più belli d’Italia. In effetti, si tratta di una piccola perla immersa tra i Colli Asolani, punto di partenza e punto di arrivo di splendide passeggiate. Incredibile è la soddisfazione che si prova a raggiungere la Rocca e il centro storico attraverso sentieri e mulattiere nel bosco. Provare per credere!

Il percorso che porta al centro storico di Asolo 

La passeggiata di cui voglio parlarvi parte da Coste (TV), minuscolo abitato vicino Maser (TV), e arriva proprio in centro storico ad Asolo. Il punto di partenza dell’itinerario si trova in località “Le Cave” e si raggiunge salendo per la ripida stradina (Via San Vettore) che sale alla destra della chiesa di Coste. 

Giunti al piccolo parcheggio, si deve prendere il sentiero di destra, ovvero il n. 53, che, in circa un’ora e 150 m di dislivello, conduce al panoramico Colle San Giorgio e alla sua chiesetta, che dal cucuzzolo domina la sommità del Colle. Per raggiungere senza errori il Colle san Giorgio ai vari bivi tenete la destra.

Una volta in cima il vostro sguardo spazierà a sud sulla pianura, sulla laguna di Venezia, il Montello, i Colli Euganei e quelli Berici; a est, invece, sul corso del Piave e i colli di Valdobbiadene; a nord ammirerete il Gruppo del Cesèn, quello del Cimonega e, ancora, il Massiccio del Grappa e l’Altopiano di Asiago. Prendetevi il tempo per godervi lo spettacolo prima di ripartire per Asolo.

Il proseguimento del percorso

Per proseguire dovete tornare sui vostri passi fino all’incrocio da cui siete saliti e continuare dritti per il Sentiero delle Due Rocche (ovvero, il sentiero che collega la Rocca di Cornuda a quella di Asolo). Dopo vari saliscendi vi imbatterete nei ruderi di Casera Metti, punto da cui, al ritorno, scenderete per tornare alle auto. Lasciati i ruderi alle vostre spalle, in circa 20 minuti di sentiero nel bosco, raggiungerete una strada asfaltata nei pressi di una casa privata. Con i cani legati, seguitela verso il basso lungo i vari tornanti. Arrivati ad un incrocio un cartello per la Rocca di Asolo vi indicherà la strada giusta, ovvero l’ampio sterrato davanti a voi. Un passo dopo l’altro uscirete il bosco, mentre il paesaggio collinare si aprirà davanti ai vostri occhi in tutto il suo fascino.

Alcuni consigli

Raggiunta la Rocca, poi, potrete godere ancor più appieno di questo panorama unico. Dalla Rocca, solo 100 gradini in discesa vi separeranno dal piccolo centro storico di Asolo.

Raggiunto il traguardo, vi consiglio una passeggiata per le viuzze del centro e, naturalmente, vi invito a sorseggiare un bel calice di prosecco ghiacciato in una delle varie osterie storiche.

Quando sarete appagati, guinzaglio alla mano, non vi resta che rimettervi in cammino per la stessa via dell’andata. Attenzione a non perdervi la discesa davanti ai ruderi di Casera Metti! Vi risparmierete non poca strada, visto che già così camminerete più o meno 10 km. Il sentiero da prendere è il numero 52. 

SCHEDA TECNICA

DIFFICOLTÀ: (T) medio.

DISLIVELLO: 450 m circa.

LUNGHEZZA: 10 km circa.

TEMPO DI PERCORRENZA: 5 ore e 30 circa, incluse brevi soste.

PERIODO DELL’ANNO: praticabile tutto l’anno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *