cascata del pesegh

QUATTRO ZAMPE ALLA SCOPERTA DELLA CASCATA DEL PESEGH

L’itinerario è stato realizzato grazie a Dania Pellegrini, Coadiutore del cane in attività assistite di Pet Therapy, educatore cinofilo a Varese e compagna di viaggio di Bonnie & Clyde e Andrea Bellorini. www.clydetherapy.it

Il nostro itinerario

La cascata del Pesegh è un meraviglioso monumento naturale situato nel comune di Brinzio (provincia di Varese) all’interno del Parco Regionale Campo dei Fiori.
Nonostante si trovi poco lontano dal paese e dalla strada colpisce fin da subito per il suo carattere selvaggio.
La cascata è formata dal torrente Valmolina che compie un salto di 27 metri per poi confluire poco più a valle nel Rancina. La portata varia a seconda dei periodi dell’anno, ma lo spettacolo è sempre garantito.
Tempo fa, la cascata del Pesegh veniva utilizzata come forza motrice per la vicina filanda Ranchet: i fatiscenti resti della filanda sono tutt’ora presenti lungo il sentiero che porta fino al gigantesco salto; queste rovine, che erano funzionanti nei primi anni del ‘900, oggi potrebbero costituire un esempio di archeologia industriale tipiche del territorio.

Punto di partenza (a piedi): cartello della cascata del Pesegh (frazione Rasa di Varese e Rancio Valcuvia)
Punto d’arrivo (a piedi): la cascata del Pesegh
Tipo di percorso: sentiero segnato
Distanza: 30 minuti circa
Difficoltà: facile
Periodo consigliato: tutto l’anno

Cascata del Pesegh: il percorso a quattro zampe

La bella cascata si trova a ovest di Brinzio nella Comunità Montana della Valganna. Partiamo in automobile da Varese e percorriamo la strada SP62 in direzione Brinzio-Luino. Una volta superato il paese di Brinzio proseguiamo dritti verso Luino: tra la frazione Rasa di Varese e Rancio Valcuvia troviamo sulla sinistra il cartello della cascata del Pesegh che indica l’inizio del sentiero. Noi abbiamo parcheggiato sul ciglio della strada a ridosso del bosco oppure si può lasciare l’auto in paese.
Il percorso è ben segnato: si inoltra fin da subito nel fitto bosco, zigzaga fra le reliquie della filanda diventate tutt’uno con la vegetazione per poi raggiungere un piccolo ruscello molto apprezzato dai nostri scodinzolanti compagni. A poco a poco il sentiero si stringe e continua costeggiando il corso d’acqua che ci accompagna fino alla cascata: proprio di fronte a noi compare l’imponente salto che cade in un’enorme pozza di acqua cristallina.

Consigli di percorso

La semplicità del percorso rende possibile raggiungere la cascata del Pesegh tutto l’anno: per avvicinarsi alla cascata occorre fare attenzione all’ultimo tratto che costeggia il corso d’acqua, perciò consigliamo di munirsi di scarpe apposite per i trekking.
L’avventura è perfetta per tutti gli amici a quattro zampe: la strada è breve e non particolarmente impegnativa (anche per i meno allenati); il comodo sentiero permette ai cani non amanti dell’acqua di non entrarci obbligatoriamente.
Anche durante i periodi più caldi, la cascata del Pesegh è un luogo perfetto per il fido compagno: l’ombra del bosco pervade ovunque ed il piccolo ruscello assicura bagni refrigeranti lungo tutto il percorso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *